Informazione provvisoria: le Sezioni unite intervengono ancora in materia di confisca di prevenzione

Di Guido Colaiacovo -

Cass. Pen., Sez. un., 22 dicembre 2016, informazione provvisoria

L’intervento delle Sezioni unite elabora importanti chiarimenti sul tema della materia di confisca di prevenzione.

In attesa del deposito della motivazione della sentenza, secondo l’informazione provvisoria diffusa dalla Suprema Corte, si è affermato che:

  1. nel caso di azione di prevenzione patrimoniale proseguita o esercitata dopo la morte del soggetto socialmente pericoloso, la confisca può riguardare sia i beni pervenuti a titolo di successione ereditaria, sia i beni che, al momento del decesso, erano nella disponibilità del de cuius, ma fittiziamente intestati o trasferiti a terzi;
  2. l’omessa declaratoria di nullità degli atti di disposizione, prevista dall’art. 26, comma 1, d. lgs. 6 settembre 2011, n. 159, costituisce una inosservanza cui il giudice può rimediare, anche di ufficio, con la procedura di correzione di errore materiale;
  3. le presunzioni di fittizietà degli atti di disposizione, previste dall’art. 26, comma 2, del d. lgs. 6 settembre 2011, n. 159, riguardano esclusivamente gli atti posti in essere dal proposto e non gli atti successori.