Infortuni sul lavoro: la responsabilità ex Dl.vo 231/2001 della società committente

Di Margherita Pala -

Cass. Pen., Sez. IV, 1 febbraio 2018, dep. 18 maggio 2018, n. 22013

I Giudici della IV Sezione, con la sentenza de qua, si pronunciano in tema di responsabilità ex Dl.vo 231/2001della società committente per infortunio, nel caso di omesso controllo dell’adozione da parte del sub-appaltatore delle misure generali di tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Nel caso di specie, se l’amministratore delegato – nonché responsabile di cantiere – veniva imputato e poi condannato per il reato di cui all’art. 590, co. 3, c.p., la società committente era chiamata a rispondere dell’illecito amministrativo di cui agli artt. 5 e 25 septies Dl.vo 231/2001, in quanto si riscontrava l’assenza di moduli organizzativi tali da assicurare un controllo sulle modalità di scelta dei subappaltatori e di verifica della sicurezza nei cantieri, e ciò nell’interesse esclusivo della società, tenuto conto dei risparmi di spesa derivanti dall’utilizzo di ditte economiche non operanti in regime di sicurezza.
La Corte d’Appello di Firenze, confermando la sentenza di primo grado, condannava la società ex Dl.vo 231/2001. Avverso tale pronuncia ricorreva il difensore della società sottolineando che l’imputata, quale appaltatrice, aveva la sola funzione di coordinatrice dei sub-appaltatori.
La Quarta Sezione della Corte di Cassazione, nel dichiarare infondato tale motivo di ricorso, sottolineava che il committente, nell’ambito della prevenzione degli infortuni sul lavoro, è titolare di una posizione di garanzia. Detta posizione, dunque, fa insorgere la responsabilità per l’infortunio nel caso di omesso controllo dell’adozione, da parte del sub-appaltatore, delle misure generali di tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, ancor più quando si manifesta una situazione di pericolo immediatamente percepibile, non meramente occasionale; circostanza, quest’ultima, verificatasi nel caso di specie ove i lavori appaltati si svolgevano da diversi giorni e risultavano ormai in fase di ultimazione.