Le Sezioni Unite sulla continuazione tra reati appartenenti a categorie diverse e puniti con pene eterogenee

Di Federico Emiliani -

Cass. Pen., Sez. Un., ud. 21 giugno 2018 (dep. 24 settembre 2018), n. 40983

Con questa importante pronuncia, la Cassazione pone fine ad un lungo dibattito giurisprudenziale e dottrinale in materia di applicabilità dell’istituto della continuazione tra reati puniti con pene eterogenee.
L’approccio seguito dal Supremo Collegio è di tipo pratico: dopo aver ripercorso gli orientamenti passati ed aver affermato i principi cui ci si deve ispirare, passa in rassegna schematicamente, caso per caso, tutte le varie ipotesi verificabili, fornendo per ognuna adeguata risposta.
In linea generale, dopo aver affermato che “la continuazione, quale istituto di carattere generale, è applicabile in ogni caso in cui più reati siano stati commessi in esecuzione del medesimo disegno criminoso, anche quando si tratti di reati appartenenti a diverse categorie e puniti con pene eterogenee” chiarisce che, nella concreta determinazione del trattamento sanzionatorio si debba contemperare il riconoscimento della continuazione con il rispetto del principio di legalità della pena e del favo rei.
Lasciando alla lettura della sentenza l’esposizione degli argomenti utilizzati, le Sezioni Unite sanciscono che:
se il reato più grave è punito con pena detentiva e quello satellite con pena pecuniaria, andrà effettuato inizialmente un aumento sulla pena detentiva del primo, da ragguagliarsi poi in pena pecuniaria ex art. 135 c.p.;
se il reato più grave è punito con pena detentiva e il satellite con pena congiunta, si aumenta solo la pena detentiva;
se il reato più grave è punito con pena congiunta e il satellite con pena pecuniaria, si aumentano entrambe le pene previste per il reato più grave, con ragguaglio a pena pecuniaria dell’aumento della pena detentiva;
se il reato più grave è punito con pena congiunta e il satellite con pena alternativa, si aumenta solo una delle pene previste per il reato più grave;
se il reato più grave è punito con pena congiunta e il satellite con pena detentiva, si aumentano entrambe le pene previste per il reato più grave;
se il reato più grave è punito con pena alternativa e il satellite con pena pecuniaria, si aumenta solo una delle pene previste per il reato più grave e, se aumenta la pena detentiva, andrà ragguagliata a pena pecuniaria;
se il reato più grave è punito con la sola multa e il satellite è una contravvenzione punti con pena congiunta o alternativa, si aumenta solo la multa.